Pinterest: nuovo fenomeno nei Social Media

Pinterest sta diventando la “Next Big Thing” tra i Social Media... anche per le aziende!

Immagine news PinterestFacebook, Twitter e Google + sono ormai social networks di uso “comune”. O perlomeno lo dovrebbero essere. Anche dal punto di vista del marketing e del business, cosa a noi più cara, dovrebbero essere realtà acquisite dalle aziende  che nel tempo ne hanno compreso il potenziale ed il reale valore.

Oggi un altro social media sta “borbottando” in rete e si sta proponendo come un prezioso strumento di marketing per le imprese: Pinterest.

Pinterest è – per definirlo in maniera molto semplice - una bacheca online per le vostre immagini preferite, partito in maniera sperimentale alla fine del 2010, ma già a breve distanza sostenuto da una crescita esponenziale. Oltre 7 milioni di visitatori unici nel mese di dicembre 2011 e i dati di questo inizio 2012 sono ancora migliori.

Al momento sembra essere già un'ottima fonte di traffico verso siti web aziendali e blog.

Prima di focalizzarci sul plus che può dare ad una azienda, capiamo prima come i consumatori stanno utilizzando il sito.

Pinterest permette di organizzare le immagini, di qualsiasi tipologia, in tavole divise per categorie specifiche. Quando inseriamo (pin) qualcosa di nuovo, i nostri “followers” (cioè chi per interessi, gusti o altro ci segue) lo vedranno. Potranno quindi commentare o mettere a loro volta l'immagine nelle loro tavole. Ovviamente più il contenuto delle nostre pubblicazioni sarà interessante, più prenderà una piega “virale” (attraverso gli altri social quali Facebook, Twitter, Google+, ecc.).

Le possibilità sono illimitate!

Ora, ecco perchè i titolari d'azienda, e in particolare i commercianti, dovrebbero seriamente prendere in considerazione l'utilizzo virale con un profilo business su Pinterest:

Come si sta usando

Probabilmente l'applicazione aziendale più potente è la possibilità di postare immagini di prodotti dell'azienda sulla vostra tavola Pinterest e di poterli collegare direttamente al sito web, proprio come se fosse un catalogo online dei prodotti.

Ovviamente la cosa fondamentale da non dimenticare MAI è che Pinterest è un  social media: se non si contribuisce alla condivisione di altri contenuti e pin degli altri utenti, le persone non presteranno giustamente molta attenzione alla vostra pagina.

Quindi promuovete la vostra attività, ma anche gli altri: le cose che vi piacciono e, ancora meglio, che sono comunque inerenti al vostro business.

Un aiuto alla vendita

Pinterest è già un veicolo che facilita la vendita di alcuni siti web. Negli ultimi sei mesi, la vendita al dettaglio dal sito ideeli.com ha visto un aumento del 446% del traffico web in entrata proprio grazie a Pinterest e le vendita derivanti da tali visite sono aumentate di cinque volte. "Noi continuiamo la conversazione su Pinterest con i membri seguendo le loro tendenze e i loro commenti, ci piace dare un feedback anche al di fuori della specificità del nostro settore. Questo significa commentare anche una ricetta di cucina, le immagini di animali, ecc.” dice la social media manager di ideeli.com,  Sarah Conley. "Vediamo Pinterest come una risorsa in crescita per comprendere meglio i nostri clienti e l'intero “paesaggio”.

È giusto Pinterest per il tuo business?

Cominciamo col dire che ci sono vantaggi e svantaggi per le imprese. Se il vostro prodotto (o servizio) non è particolarmente visivo, le immagini si legheranno difficilmente in maniera diretta al vostro marchio. Pinterest, inoltre, non offre servizi business-oriented: pertanto la ricerca sul target non è immediata ne altamente precisa. Il modo migliore per convertire il potenziale di Pinterest in contatti è quello di “partire”: configurare un account e iniziare l'attività di pinning.

Una volta che avete fatto qualche pinning dei contenuti vostri e di altre persone, dovreste aver “attirato” un piccolo numero di seguaci (anche in base alla viralità di ciò che “pinnate”). Ora potete aggiungere migliori descrizioni alle immagini e, pian piano anche un eventuale prezzo. Controllate (esistono appositi strumenti per farlo) il traffico in entrata al vostro sito web da pinterest.com e aggiustate di conseguenza il tiro!

Potete provare a creare l'immagine di una particolare promozione o buono (acquisto/sconto) solo per i vostri “followers” Pinterest!
Giocate con la viralità e con il reale beneficio di essere un vostro “sostenitore”: perchè non offrire un premio alla persona che ottiene il maggior numero di commenti su un re-pin di una vostra immagine?

In conclusione

Una cosa, per concludere, è chiara ed è sempre da tenere a mente: vi trovate su un social network, sono quindi le migliori immagini - divertenti, belle, stimolanti, curiose, deliranti, utili, ecc.. - ad attirare l'attenzione e i followers!!

Fabio Balista – Marketing Manager


Approfondisci leggendo altri articoli correlati a Social Media

Lascia un commento
Richiedi un preventivo totalmente gratuito

Chiamaci al numero 0721 283799 o compila il modulo per chiedere informazioni, un preventivo di spesa o un appuntamento per discutere un progetto, sarai presto ricontattato. Tutti i campi sono obbligatori