Newsletter: 5 consigli per creare newsletter di successo

Il ruolo dei social media è in continua ascesa nelle logiche di comunicazioni private e di business ma nonostante tutto l'utilizzo e l'efficacia delle care "amate" email restano di grandissima attualità.


Email private, DEM, newsletter aziendali e professionali possono efficacemente coinvolgere gli utenti a patto che non siano messaggi pubblicitari spazzatura.


Perché gli utenti si dovrebbero iscrivere alla tua newsletter?

È importante sapere quali sono le motivazioni che spingono gli utenti ad iscriversi alle newsletter per scrivere email coinvolgenti e accattivanti.

Le 3 principali sono:

  1. informazione e aggiornamento (come tracciamento pacchi, buoni sconto, conferme ordini, ecc);
  2. promemoria (scadenze, pagamenti e bollette);
  3. interesse per novità in settori specifici(sport, politica, fai da te).

 

Come creare una newsletter di successo: 5 semplici regole da tenere a mente


Una volta comprese le motivazioni si passa alla creazione vera e propria della newsletter. Analizziamo i 5 consigli da tenere a mente per realizzare una newsletter di successo.

  1. Rilevanza: analizzare il pubblico a cui è destinata la newsletter, cercare di immedesimarsi in esso e chiedersi: “Utilizzo un linguaggio e un tono di voce appropriato? Offro una reale offerta o un approfondimento? Quello che leggo è chiaro e comprensibile?” Il successo di una newsletter dipende fortemente dall'identificarsi con il cliente.

  2. Chiarezza dei contenuti: l'attenzione dura qualche instante quindi è necessario utilizzare uno stile di scrittura chiaro e comprensibile, eliminando giri di parole e artefatti. L'informazione più rilevante deve poter saltare all'occhio sin da subito.

  3. Seguire la regola delle 5W: l'informazione deve contenere le 5 domande tipiche di un buon articolo: Chi? Cosa? Come? Quando? Perché? La tua newsletter deve essere in grado da sola di fornire tutte le informazioni necessarie senza doverle cercare altrove.

  4. Call to action chiara e diretta: è preferibile utilizzare un solo invito all'azione semplice, chiaro e comprensibile (come un acquisto o un download) che porti per mano l'utente all'obiettivo desiderato (acquistare, richiedere un preventivo). Utilizzare più call to action potrebbe confondere l'utente col rischio di veder cancellata l'iscrizione dalla newsletter.

  5. Newsletter Responsive: il mobile è una realtà consolidata quindi è d'obbligo che ogni newsletter sia visibile su ogni tipo di schermo. Una newsletter che rispetta questa caratteristica ha il 70% di possibilità in più di essere letta rispetto e portare ad una reale conversione.

 

Seguendo questi consigli il tasso di apertura delle tue newsletter aumenterà. Se vuoi affidarti a noi per la gestione del servizio newsletter o se vuoi richiedere assistenza per migliorare quello che già fai puoi compilare il modulo di richiesta di preventivo qui in basso o chiamaci al numero 0721 283799.

Approfondisci leggendo altri articoli correlati a Web Marketing

Lascia un commento
Richiedi un preventivo totalmente gratuito

Chiamaci al numero 0721 283799 o compila il modulo per chiedere informazioni, un preventivo di spesa o un appuntamento per discutere un progetto, sarai presto ricontattato. Tutti i campi sono obbligatori