Errori SEO nei siti e-commerce e consigli di ottimizzazione

Non è molto semplice ottimizzare un e-commerce per i motori di ricerca come lo è per un blog o un sito istituzionale che hanno poche pagine. Nel caso di negozi online si ha a che fare con decine di prodotti che vengono aggiunti o eliminati dal catalogo in poco tempo. Per questo motivo la SEO per e-commerce è una delle attività più complesse per la realizzazione di siti funzionali e visibili.

Delineiamo i tipici errori Seo nei siti e-commerce e quindi i relativi consigli di ottimizzazione:

1 . Non usare abbreviazioni e nomi di categorie e prodotti duplicati


Non basta semplicemente elencare centinaia di prodotti sui siti e-commerce: né la quantità dei prodotti né i prezzi concorrenziali, da soli, garantiscono di raggiungere potenziali clienti e l'obbiettivo prefissato: vendere.
Titoli con abbreviazioni possono sembrare più comodi da capire, ma non favoriscono l'indicizzazione delle pagine da parte dei motori di ricerca su quelle parole chiave specifiche. È quindi corretto usare nomi di prodotti il più possibile chiari, completi di tutte le parole necessarie alla comprensione dell'argomanto della pagina (il prodotto, appunto).
Anche se è molto complicato creare nomi di categorie e sottocategorie unici, ma anche di articoli della stessa marca o simili tra loro, è necessario rivolgere particolare attenzione alla creazione dei titoli per non risultare ridondanti o far scartare alcune pagine dagli indici dei motori di ricerca. Ad esempio la sottocategoria “Accessori” presente sia dentro “Televisori” che dentro la categoria “Cellulari e tablet” potrebbe essere rinominata in “Accessori TV” e “Accessori mobile”.
Ricordiamoci infine che spesso (o almeno, in un sito anche solo minimamente ottimizzato SEO) i nomi dei prodotti, oltre ad andare a formare i metatag della pagina, compaiono anche nell'url, andando a migliorare la coerenza tra i vari elementi (e soprattutto tra le parole chiave di titolo principale della pagina, url, metatag title, resto del contenuto della pagina e magari anche del sito stesso in generale)

2. Inserire sempre la descrizione del prodotto
Alcuni gestori di e-commerce invece, dedicando poco tempo alla nascita del nuovo sito e-commerce, o magari importando i prodotti direttamente dal software gestionale di magazzino, si ritrovano prodotti senza descrizioni o con descrizioni brevissime. Il consiglio è quello di aggiungere  sempre una descrizione alla scheda prodotto, che illustri dettagliatamente le peculiarità e le caratteristiche del prodotto stesso. Prima l'utente (che magari non conosce il prodotto e si ste informando) sarà informato e soddisfatto delle informazioni fornite, prima potrà diventare cliente.

3. Richiedere recensioni ai clienti? 

Permettere ai clienti di scrivere una opinione sul servizio clienti o una recensione sui prodotti è una buona strategia perché genera fiducia nei nuovi potenziali clienti, che sempre più cercano informazioni e opinioni di altri consumatori, prima di acquistare. Inoltre, grazie alle recensioni, vengono generati contenuti unici senza costo e le pagina del sito rimangono sempre attive: aspetto favorito dai motori di ricerca.


Parlando di ottimizzazioni, questi sono solo alcuni importanti punti, analizzati dal punto di vista dell'ottimizzazione SEO. Un ecommerce di successo però deve tenere conto anche (e forse va detto “soprattutto”) che l'ottimizzazione di usabilità fatta per gli utenti (in modo che si trovino a loro agio nel sito, capiscano subito come funziona, dove trovare i prodotti, quali sono le condizioni ed i vantaggi, ecc) è uno dei punti chiave fondamentali.

 

Approfondisci leggendo altri articoli correlati a E-commerce Seo

Lascia un commento
Richiedi un preventivo totalmente gratuito

Chiamaci al numero 0721 283799 o compila il modulo per chiedere informazioni, un preventivo di spesa o un appuntamento per discutere un progetto, sarai presto ricontattato. Tutti i campi sono obbligatori