Ecco perché pubblicare solo contenuti di alta qualità su Facebook

È notizia di questi giorni che Facebook sta testando in 6 paesi un feed di notizie separato, chiamato Explore, dedicato ai post non a pagamento di tutte le pagine business.
 
Molti editori nei paesi coinvolti dicono di esser stati penalizzati da questa scelta e che non approvano una sezione notizie che includa solo post di amici e quelli sponsorizzati perché questa modifica limiterebbe le visualizzazione dei contenuti organici da parte di chi segue già la loro pagina.
 
È arrivata così la risposta ufficiale da parte di Adam Mosseri, Head of News Feed Facebook:
 
“Ci sono stati diversi articoli su un test che stiamo eseguendo in Sri Lanka, Bolivia, Slovacchia, Serbia, Guatemala e Cambogia. Alcuni hanno interpretato questo test come il futuro sviluppo che intendiamo distribuire a livello globale. Al momento non c’è nessun piano che preveda la diffusione ulteriore di questo test.
Ascoltiamo sempre la nostra comunità per capire come potremmo migliorare il news feed. Le persone ci dicono che vogliono un modo più semplice per vedere i messaggi di amici e familiari. Stiamo testando alcune soluzioni per creare uno spazio dedicato per consentire alle persone di tenersi in contatto con i loro amici e familiari, e un altro spazio separato, chiamato Explore, con i post delle pagine.
L’obiettivo di questo test è quello di capire se la gente preferisce avere zone separate per contenuti personali e pubblici. Ascolteremo quello che la gente dice sull’esperienza per capire se si tratta di un’idea che vale la pena di sviluppare ulteriormente.
Non esiste un piano attuale per diffondere questa prova oltre a questi paesi o per far pagare alle pagine su Facebook per la loro distribuzione nel News Feed o in Explore. Purtroppo, alcuni hanno erroneamente interpretato in questo modo ma non era nostra intenzione.
È anche importante sapere che il test in corso in questi sei paesi è diverso dalla versione di Explore che è stata messa a disposizione della maggior parte delle persone. Al di fuori dei suddetti Paesi, Explore è un feed complementare di articoli, video e foto popolari personalizzati per ogni persona in base a contenuti che potrebbero essere interessanti. Abbiamo sentito dalla direttamente dalle persone che desiderano un modo semplice per scoprire contenuti rilevanti da pagine con cui non sono ancora collegate. Mentre Explore include contenuti da pagine pertinenti, i messaggi provenienti da pagine che le persone amano o seguiranno continueranno a essere visualizzate in Feed News.
Come con tutti i test che abbiamo eseguito, possiamo imparare nuove cose che possono portare a prove aggiuntive nei prossimi mesi in modo da poter capire cosa funziona meglio per le persone e per gli editori”.
 
Secondo noi i punti essenziali da comprendere sono due e non riguardano entrambi la questione singola:
 
  1. La pubblicità non è mai stata gratis quindi perché promuoversi online dovrebbe esserlo? Facebook come gli social e i motori di ricerca sono piattaforme di social networking ma anche piattaforme pubblicitarie che hanno obiettivi di fatturato come i canali tradizionali (TV, radio, stampa, affissione). Peraltro i canali online sono di gran lunga più economici di quelli classici quindi non c’è nulla di scandaloso nel fatto che le aziende digitali decidano come far evolvere il loro canale che rappresenta la vetrina verso le persone di personaggi e aziende commerciali.
  2. Sono anni che la reach (numero di utenti che visualizzano i post) su Facebook delle persone che hanno messo mi piace ad una pagina è in continuo decadimento in particolar modo per chi ha molti utenti. Questo accade a nostro avviso per il motivo al punto 1 e perché l’algoritmo di facebook ragiona secondo molteplici fattori che analizzano quanto quel singolo post sia rilevante per il singolo utente. Ecco perché più della quantità di post è importante preferire la conoscenza delle persone che seguono la tua pagina così da poter mostrare solo i migliori contenuti di loro interesse.
Abbiamo cercato di riassumere la vicenda per evitare che vi allarmiate troppo leggendo articoli poco veritieri o ingigantiti rispetto alle notizie che sono uscite e che usciranno nei prossimi giorni.
 
Nel nostro studio seguiamo sempre le evoluzioni dei mezzi digitali, compreso Facebook, per aiutare i nostri clienti ad orientarsi in modo consapevole nelle strategie di comunicazione online e di investimento per monetizzare la loro presenza nel migliore dei modi.
 
Al prossimo aggiornamento.

Approfondisci leggendo altri articoli correlati a Social Media

Lascia un commento
Richiedi un preventivo totalmente gratuito

Chiamaci al numero 0721 283799 o compila il modulo per chiedere informazioni, un preventivo di spesa o un appuntamento per discutere un progetto, sarai presto ricontattato. Tutti i campi sono obbligatori